Generazione Retromaniaca: è vero che oggi siamo buoni solo a copiare il passato?

In questo video provo a mettere in crisi i pregiudizi verso la retromania contemporanea, che non è un limite o la mancanza di un limite, ma una forma di grammatica del nostro presente. Oggi viviamo in una sorta di stagnazione, nel web convivono presente, passato e futuro, nello stesso momento possiamo ascoltarci Muddy Waters e Arca, mentre la musica che pervade i video su YouTube, Twitch e TikTok ci racconta qualcosa dell’oggi in un modo che forse non capiamo perfettamente.

Perché i Måneskin non ci piacciono. La differenza tra qualità e influenza

Sostituite i Måneskin con qualsiasi gruppo mainstream generalista, ovvero che gioca su registri derivativi e senza alcuna pulsione verso la ricerca, ma che abbia anche un grande impatto sulla cultura popolare, spesso anche positivo, e il discorso sarà lo stesso…

La domanda che mi pongo in questo video è se sia possibile valutare un prodotto musicale senza prenderne in considerazione le ricadute sociali. Nel giudicare un artista/compositore/band dobbiamo valutare anche la morale? Ignorare l’impatto culturale dei fenomeni mainstream che cosa ci dice della critica contemporanea?